Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Beatrice Rana

Aver inciso a ventidue anni i concerti di Cajkovskij e Prokof’ev con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Pappano è un bel traguardo: ma di traguardi Beatrice Rana ne ha già raggiunti molti altri, non da ultimo il Premio del pubblico al Concorso “Van Cliburn” 2013, che ha tributato tre minuti di standing ovation a questa giovane italiana il cui talento si era rivelato sbalorditivo sin dagli anni di studio. Anni trascorsi al Conservatorio di Monopoli sotto la guida di Benedetto Lupo, ed oggi forti dei consigli di Arie Vardi ad Hannover. Perché a quest’età è ancora giusto parlare di maestri, di passioni, di modelli, e Beatrice pare proprio cresciuta a pane e piano: famiglia di musicisti, primi concerti a nove anni, insomma un prodigio maturato – cosa non semplice né scontata – con attenzione e misura, che Musica Insieme ha il piacere di ospitare per la prima volta sulle scene del Manzoni con un programma di capolavori: proprio quelli capaci di fungere da modello e di risvegliare alla sua età una passione che duri tutta la vita.

 

 

 
 
 

Men’s Tops

Titolo: Partita n. 2 in do minore BWV 826
Compositore: Johann Sebastian Bach

Titolo: Pour le Piano
Compositore: Claude Debussy

Titolo: Sonata in si bemolle minore op. 35
Compositore: Fryderyk Chopin

Titolo: La valse
Compositore: Maurice Ravel

Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento