Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Kelemen Quartet

Hanno ottenuto il primo premio al “Borciani” – uno dei principali concorsi per quartetti d’archi al mondo – all’unanimità. Era il 2014, e da allora la carriera del Kelemen Quartet è andata sviluppandosi in una progressione davvero mirabile. Che si tratti, del resto, di un quartetto in grado di affrontare anche le pagine più complesse del repertorio per due violini, viola e violoncello, lo dimostra proprio il programma del loro debutto bolognese. Basta già scorrere i nomi dei compositori in cartellone, per comprendere che siamo di fronte ad un’antologia di opere tra le maggiori dell’intera letteratura per il quartetto d’archi. Haydn che in qualche modo ne è il “padre”; Schubert e Schumann che lo indirizzano verso la modernità. Ed infine, Bartók – compatriota del Kelemen, che ne sta eseguendo in tutto il mondo l’integrale – che dona proprio al quartetto una nuova sonorità.  

Nike china

Titolo: Quartetto in re maggiore op. 20 n. 4
Compositore: Franz Joseph Haydn

Titolo: Quartetto in la maggiore op. 41 n. 3
Compositore: Robert Schumann

Titolo: Quartettsatz in do minore D 703
Compositore: Franz Schubert

Titolo: Quartetto n. 5
Compositore: Béla Bartók

Biglietti
Gratis
Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento