Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Prague Chamber Orchestra Mariangela Vacatello

L’Orchestra da Camera di Praga è tra le compagini di questo tipo una delle più longeve ed al tempo stesso tra le più capaci di rinnovarsi. Alle spalle ha la prestigiosa tradizione quartettistica ceca. E non è un caso che la prima registrazione della PKO (questo il suo acronimo originale) l’abbia vista impegnata in una pagina dal titolo particolarmente significativo: il Quartetto per Orchestra di Karel Stamic. Era l’ottobre del 1951. Da allora rapidamente l’Orchestra ha prima guadagnato una solida reputazione in patria, poi eccola conquistare teatri e platee di tutto il mondo, grazie soprattutto al grande talento dei suoi componenti, talento esaltato dalla forte coesione dell’ensemble. Un ensemble che peraltro vanta un repertorio vastissimo, come già s’intuisce leggendo il programma di questo suo concerto. Dal barocco al contemporaneo, la PKO nei suoi oltre sessant’anni di attività ha proposto pagine notissime, note, meno note e spesso anche di rara esecuzione, dando così modo di riscoprire importanti lavori del repertorio per orchestra da camera.

SNEAKERS

Titolo: Suite per archi JW 6/2
Compositore: Leoš Janácek

Titolo: op. 19 per pianoforte e orchestra
Compositore: Ludwig van Beethoven

Titolo: Adagio per archi op. 11
Compositore: Samuel Barber

Titolo: Serenata in mi maggiore op. 22 per archi
Compositore: Antonin Dvorák

Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento