Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

St. Paul Chamber Orchestra – Patricia Kopatchinskaja

Il costruire interi programmi da concerto intorno ad arrangiamenti è un’idea che affascina i musicisti da secoli. Certo in maniera diversa, con un’evoluzione che è andata marcandosi maggiormente a partire dal 1800, ma in ogni caso avendo un chiaro tratto in comune: scegliere un brano, e le ragioni possono essere tante, prima fra tutte il fatto che ci sia particolarmente gradito, e arrangiarlo per la formazione che avremo a disposizione per il concerto. Questo è quanto hanno fatto Patricia Kopatchinskaja, la brillante violinista moldava, e la St. Paul Chamber Orchestra, offrendoci peraltro un ampio mosaico in cui tradizione e contemporaneità letteralmente s’intrecciano: infatti i singoli movimenti del celebre Quartetto di Schubert saranno eseguiti ‘incastonandoli’ fra le note di Dowland e di Kurtág.

Nike & Jordan Performance Reviews & Release Date amazon

Titolo: Partita per archi (arrangiamento di V. Saudek)
Compositore: Gideon Klein

Titolo: Concerto in re minore op. post. per violino e archi
Compositore: Felix Mendelssohn

Titolo: Canto Bizantino sul Salmo 140 (arrangiamento per archi di P. Kopatchinskaja)
Compositore: Anonimo

Titolo: Lied La morte e la fanciulla in re minore D 531 (arrangiamento per archi di M. Wiancko)
Compositore: Franz Schubert

Titolo: Da Lachrimae or Seaven Teares: Lachrimae Antiquae Novae per quintetto d’archi
Compositore: John Dowland

Titolo: Da Kafka Fragments op. 24: Ruhelos per violino solo
Compositore: György Kurtág

Titolo: Quartetto in re minore D 810 – La morte e la fanciulla (arrangiamento per violino e archi di P. Kopatchinskaja)
Compositore: Franz Schubert

Biglietti
Gratis
Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento