Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Grigory Sokolov

Nell’ormai lontano 1966 Grigory Sokolov è ancora un brillante studente del Conservatorio di Leningrado. A tal punto brillante, però, che decide di affrontare uno dei concorsi pianistici più impegnativi dell’intero panorama internazionale: il “Čajkovskij”. Peraltro quell’anno il presidente della giuria è Emil Gilels, già all’epoca una leggenda del pianismo mondiale. Sokolov, allora sedicenne, se pur lo possiamo immaginare emozionato, non si lascia sopraffare da qualsivoglia timore. Vince, e vince ottenendo il primo premio all’unanimità. L’Europa che sta al di qua della cortina di ferro lo scoprirà solo a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso. E scoprirà l’interprete raffinato ed attento, e soprattutto un musicista dotato di una emotività al tempo stesso misurata e contagiosa, sobria e profonda, come del resto ci si aspetta da un grande interprete. Un interprete ammirato per la sua introspezione visionaria, la sua ipnotica spontaneità e la sua devozione senza compromessi alla musica, che lo porta a selezionare la propria attività, tenendo circa settanta concerti ogni stagione, ed immergendosi completamente in un programma per presentarlo in tutte le principali sale d’Europa.

adidas NMD kaufen

Titolo: Sonata in do minore KV 457
Compositore: Wolfgang Amadeus Mozart

Titolo: Sonata n. 32 in do minore op. 111
Compositore: Ludwig van Beethoven

Biglietti
Gratis
Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento