Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Gil Shaham

gil shaham

LUNEDÌ 9 GENNAIO 2023 ORE 20.30

TEATRO AUDITORIUM MANZONI

 

GIL SHAHAM violino

 

Bach                Sonata n. 2 in la minore BWV 1003

Partita n. 2 in re minore BWV 1004

Wheeler           Isolation Rag

Raimi               Anger Management

Esmail              When the Violin

Bach                Partita n. 3 in mi maggiore BWV 1006

 

UNA VITA in musica

 

Il celebre solista torna a Bologna in un “a solo” che metterà in risalto le sue leggendarie doti interpretative e di instancabile esploratore del repertorio

 

Insieme al suo inseparabile Stradivari “Comtesse de Polignac” del 1699, Gil Shaham torna dopo dodici anni al Manzoni per I Concerti 2022/23 di Musica Insieme con un recital che lo vedrà protagonista assoluto. Definito dal New York Times «un virtuoso e un musicista di profonda sincerità, uno dei più autorevoli violinisti del nostro tempo», Shaham è sicuramente uno degli interpreti più ispirati del panorama internazionale. Solista ad appena dieci anni con la Jerusalem Symphony, a undici si è esibito con la Israel Philharmonic, ovvero l’orchestra più importante d’Israele, con la direzione di Zubin Mehta. Nel 1982, dodicenne, è stato ammesso alla Juilliard School di New York, dove ha studiato con Dorothy Delay, il cui apporto è stato fondamentale per la sua crescita artistica (la Delay ha formato altri importanti solisti, tra cui Itzhak Perlman, Pinchas Zukerman e Sarah Chang). Il resto è storia. Vincitore di un Grammy Award e nominato Strumentista dell’anno da Musical America, Shaham è acclamato come solista con le compagini più prestigiose, dalla New York Philharmonic ai Berliner Philharmoniker, alla Filarmonica della Scala, per citarne solo alcune. Protagonista di un’incisione di riferimento delle Partite e Sonate per violino solo di Bach, che non a caso saranno il cuore pulsante del suo recital per Musica Insieme, con l’orchestra invece Shaham continua la sua esplorazione dei grandi concerti per violino composti nel secolo scorso, e immotivatamente rimasti in ombra rispetto alla programmazione più consueta. Da Korngold a Barber, da Britten a Williams (il John passato alla storia per le colonne sonore dei film realizzati con Lucas e Spielberg, uno fra tutti Schindler’s List), il violinista americano continua instancabile ad esplorare la produzione per il suo strumento, riservando al pubblico non poche e suggestive sorprese. Come quelle che ci aspetteranno nel suo recital bolognese, che intreccerà a Bach brani contemporanei di Scott Wheeler (Isolation Rag, scritta per lui durante la pandemia), Max Raimi (violista della Chicago Symphony Orchestra, di cui verrà eseguito Anger Management) e Reena Esmail (When the Violin, basato sul raga indiano Charukeshi).

Acquista il biglietto su VivaTicket

SANDRINE PIAU soprano

JÉRÔME CORREAS clavicembalo e direttore

LES PALADINS

CLAIRE SOTTOVIA violino

YUNA LEE violino

BENOIT BURSZTEJN viola

MAGDALENA PROBE violoncello

FRANCK RATAJCZYK contrabbasso

BENJAMIN NARVEY tiorba e chitarra

 

Georg Friedrich Händel

Da Ariodante: Ouverture et Marche

Da Lotario, Air d’Adelaide: “Scherza in mar la navicella”

Da Giulio Cesare in Egitto, Récitatif: “E pur così in un giorno”

Da Giulio Cesare in Egitto, Air de Cléopatre: “Piangerò la sorte mia”

Concerto grosso in la minore op. 6 n. 4

Da Alcina, Air de Morgana: “Credete al mio dolore”

Sonata in sol maggiore op. 5 n. 4

Da Rinaldo, Air: “Il Vostro Maggio de beiverdi”

Da Alcina, Air de Morgana: “Tornami a vagheggiar”

 

Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento