Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Viviane Hagner, Stephen Waarts, Karolina Herrera, Anna-Maria Wünsch, Mika Hakhnazaryan, Eckart Runge, Bodecker & Neander

viviane hagner

 

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO 2023 ORE 20.30

TEATRO AUDITORIUM MANZONI

 

VIVIANE HAGNER, STEPHEN WAARTS violini

KAROLINA HERRERA, ANNA-MARIA WÜNSCH viole

MIKA HAKHNAZARYAN, ECKART RUNGE violoncelli

BODECKER & NEANDER mimi

 

Strauss             Sestetto dall’opera Capriccio op. 85
Schoenberg     
Verklärte Nacht op. 4

Brahms            Sestetto n. 2 in sol maggiore op. 36

 

 

GESTI d’amore

 

Sei archi, due mimi e nessuna parola. Eppure il linguaggio narrativo della musica racconta l’inesprimibile in una originalissima proposta tra Ottocento e Novecento

 

A due domande dà risposta il programma proposto da questi interpreti, celebri come solisti e come cameristi: in quanti modi si può utilizzare un sestetto d’archi? E in quante maniere si può “parlare” d’amore? La prima risposta è custodita proprio in questo viaggio nella musica dell’Europa centrale tra Ottocento e Novecento, dove autori apparentemente lontani tra di loro sono qui accomunati da più di una ragione: dall’epoca, certo, e dall’abile sfruttamento della duttilità dell’ensemble, ma anche dallo stesso pensiero musicale, nell’uso di una scrittura che intreccia contrappunto e nuove armonie e affianca le forme della musica pura di Brahms al recupero del “sogno d’antico” fatto da un tardivo Strauss, all’impiego dell’ensemble in funzione narrativa adottato da Schoenberg. E con la musica “narrativa” rispondiamo alla seconda domanda: si può parlare d’amore anche esprimendo con le note ciò che le parole non riescono a dire, come in Verklärte Nacht. Oppure attraverso il gesto, senza parole né note, come faranno i due mimi sul palcoscenico, che racconteranno l’essenza dell’inespressa storia d’amore tra Cyrano de Bergerac e Rossana, con un’intuizione che consentirà di unire in un solo pensiero tre brani di autori diversi:

Acquista il biglietto su VivaTicket

SANDRINE PIAU soprano

JÉRÔME CORREAS clavicembalo e direttore

LES PALADINS

CLAIRE SOTTOVIA violino

YUNA LEE violino

BENOIT BURSZTEJN viola

MAGDALENA PROBE violoncello

FRANCK RATAJCZYK contrabbasso

BENJAMIN NARVEY tiorba e chitarra

 

Georg Friedrich Händel

Da Ariodante: Ouverture et Marche

Da Lotario, Air d’Adelaide: “Scherza in mar la navicella”

Da Giulio Cesare in Egitto, Récitatif: “E pur così in un giorno”

Da Giulio Cesare in Egitto, Air de Cléopatre: “Piangerò la sorte mia”

Concerto grosso in la minore op. 6 n. 4

Da Alcina, Air de Morgana: “Credete al mio dolore”

Sonata in sol maggiore op. 5 n. 4

Da Rinaldo, Air: “Il Vostro Maggio de beiverdi”

Da Alcina, Air de Morgana: “Tornami a vagheggiar”

 

Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento