Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Accademia Bizantina, Alessandro Tampieri, Ottavio Dantone

accademia bizantina, ottavio dantone, alessandro tampieri

LUNEDÌ 12 DICEMBRE 2022 ORE 20.30

TEATRO AUDITORIUM MANZONI

 

ACCADEMIA BIZANTINA

ALESSANDRO TAMPIERI violino

OTTAVIO DANTONE clavicembalo e direttore

 

Corelli                                    Concerto grosso in re maggiore op. 6 n. 4

Geminiani                              Concerto grosso in mi maggiore op. 3 n. 3

Händel                               Concerto grosso in fa maggiore op. 6 n. 2

Corelli                                    Concerto grosso in fa maggiore op. 6 n. 6

Geminiani                              Concerto grosso in re minore op. 3 n. 4

Händel                        Concerto grosso in si bemolle maggiore op. 6 n. 7

           

 

SPLENDORI barocchi

Un graditissimo ritorno sul palco di Musica Insieme, dopo un decennio di successi internazionali: l’Accademia Bizantina ci accompagnerà alle origini (italiane) del concerto solistico

 

La grande musica del Barocco non può che essere interpretata dall’Accademia Bizantina, che già nel suo acronimo AB si ripropone di partire dalle origini del linguaggio stilistico sei- e settecentesco. Prossima a festeggiare, nel 2023, i quarant’anni di attività, l’Accademia forgia la sua essenza nella capacità di ricreare le sonorità degli antichi strumenti e di incarnare l’autenticità dei compositori barocchi. Dal 1996 la dirige al cembalo un profondo conoscitore dei linguaggi espressivi dell’epoca come Ottavio Dantone, e a completare questo connubio arriva nel 2011 il violinista e concertmaster Alessandro Tampieri, che ha portato da parte sua un perfetto bilanciamento fra rigore stilistico e brillante predisposizione all’improvvisazione. L’Accademia Bizantina mancava a Musica Insieme proprio dal 2011, e il suo ritorno sarà anche un viaggio tra i fasti del Concerto grosso, ovvero l’antenato del concerto solistico, che contrappone anche fonicamente un piccolo gruppo di solisti a un “tutti” orchestrale. Doveroso partire dal primo compositore che ne adottò sistematicamente il nome: Arcangelo Corelli, la cui Opera 6 detterà legge per i decenni a venire, ispirando brillanti allievi come Francesco Geminiani, del quale l’Accademia Bizantina si appresta a rilasciare un’incisione proprio nei prossimi mesi. Un’altra importantissima “Opera 6” è quella di Händel, terzo grande nome in programma, che compose i suoi Concerti grossi con maggiore libertà rispetto allo stile contrappuntistico di cui era fra i più autorevoli maestri, dando spazio e respiro al libero dispiegarsi della melodia.

Acquista il biglietto su VivaTicket

SANDRINE PIAU soprano

JÉRÔME CORREAS clavicembalo e direttore

LES PALADINS

CLAIRE SOTTOVIA violino

YUNA LEE violino

BENOIT BURSZTEJN viola

MAGDALENA PROBE violoncello

FRANCK RATAJCZYK contrabbasso

BENJAMIN NARVEY tiorba e chitarra

 

Georg Friedrich Händel

Da Ariodante: Ouverture et Marche

Da Lotario, Air d’Adelaide: “Scherza in mar la navicella”

Da Giulio Cesare in Egitto, Récitatif: “E pur così in un giorno”

Da Giulio Cesare in Egitto, Air de Cléopatre: “Piangerò la sorte mia”

Concerto grosso in la minore op. 6 n. 4

Da Alcina, Air de Morgana: “Credete al mio dolore”

Sonata in sol maggiore op. 5 n. 4

Da Rinaldo, Air: “Il Vostro Maggio de beiverdi”

Da Alcina, Air de Morgana: “Tornami a vagheggiar”

 

Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento