Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Tine Thing Helseth & Gunnar Flagstad

Tine Thing Helseth

DOMENICA 21 MAGGIO 2023 ORE 20.30

TEATRO AUDITORIUM MANZONI

TINE THING HELSETH tromba

GUNNAR FLAGSTAD pianoforte

Tveitt               Velkomne med Æra

Bull                  Perpetuum Mobile

Šostakovič        Quattro Romanze op. 46

Hindemith        Sonata per tromba e pianoforte

Grieg                Haugtussa op. 67

Gershwin         By Strauss

Weill                Je ne t’aime pasYoukali

 

LEGGENDE nordiche

 

La XXXVI Stagione si conclude con una “prima volta” sul nostro palco: quella di uno straordinario duo di interpreti, ma anche di due strumenti capaci di passare dalla tradizione nordica alla classica, al jazz

 

Culture così vicine eppure così sconosciute: la musica scandinava, con qualche sporadica eccezione costituita da Grieg e Sibelius, e in misura assai minore da Gade e Nielsen, è una presenza decisamente rara sui palchi italiani, eppure vanta un patrimonio tradizionale di incredibile ricchezza. Come quello dei canti popolari che ispirano il norvegese Geirr Tveitt nel suo Velkomne med Æra (Benvenuto con onore), o proprio Edvard Grieg nel suo Haugtussa, ciclo per soprano e pianoforte composto nel 1895 che narra il primo amore di una giovane pastorella. E si narra che proprio il mitico Ole Bull, lo strepitoso violinista norvegese che fece le prime tournée concertistiche fra le piramidi, si sia presentato a cavallo a casa Grieg e nella sua visita abbia scoperto lo sbalorditivo talento di un Edvard quindicenne, persuadendo la sua famiglia a farlo studiare a Lipsia. Il debutto a Bologna della trombettista norvegese Tine Thing Helseth ha quindi un triplice valore: sicuramente quello di far scoprire al nostro pubblico una delle massime trombettiste al mondo, ospite della BBC Philharmonic come della Swedish Radio Symphony, oltre che animatrice culturale e presentatrice radiotelevisiva; ma anche quello di allargare i nostri orizzonti ad autori e brani meno frequenti nelle sale da concerto, come l’olimpica Sonata per tromba e pianoforte di Hindemith, scritta nel 1939, e a un duo, come quello che Tine Thing Helseth forma con Gunnar Flagstad, decisamente inedito nei teatri italiani, e presentato per la prima volta nella storia delle Stagioni di Musica Insieme.

Acquista il biglietto su VivaTicket

SANDRINE PIAU soprano

JÉRÔME CORREAS clavicembalo e direttore

LES PALADINS

CLAIRE SOTTOVIA violino

YUNA LEE violino

BENOIT BURSZTEJN viola

MAGDALENA PROBE violoncello

FRANCK RATAJCZYK contrabbasso

BENJAMIN NARVEY tiorba e chitarra

 

Georg Friedrich Händel

Da Ariodante: Ouverture et Marche

Da Lotario, Air d’Adelaide: “Scherza in mar la navicella”

Da Giulio Cesare in Egitto, Récitatif: “E pur così in un giorno”

Da Giulio Cesare in Egitto, Air de Cléopatre: “Piangerò la sorte mia”

Concerto grosso in la minore op. 6 n. 4

Da Alcina, Air de Morgana: “Credete al mio dolore”

Sonata in sol maggiore op. 5 n. 4

Da Rinaldo, Air: “Il Vostro Maggio de beiverdi”

Da Alcina, Air de Morgana: “Tornami a vagheggiar”

 

Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento