Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Renaud Capuçon – Guillaume Bellom

Informiamo il gentile pubblico che Gil Shaham ha dovuto annullare la sua tournée europea per ragioni strettamente personali. Musica Insieme è lieta però di annunciare che il concerto del 12 novembre 2018 vedrà come protagonisti due straordinari interpreti, che ringraziamo per aver accolto il nostro invito: il violinista Renaud Capuçon e il pianista Guillaume Bellom.

Renaud Capuçon si è imposto nel panorama internazionale con l’invito di Claudio Abbado a diventare primo violino della Gustav Mahler Jugendorchester, che dal 1998 ha guidato per tre estati. Da quel momento si è affermato come richiestissimo solista, suonando con i Berliner Philharmoniker, la Los Angeles Philharmonic, l’Orchestre de Paris e con tutte le principali orchestre europee e nordamericane. Molto intensa è anche la sua attività cameristica: tra gli altri, collabora con Martha Argerich, Daniel Barenboim, Hélène Grimaud, Maria João Pires, Yo-Yo Ma. Ad affiancarlo sarà Guillaume Bellom, considerato l’astro nascente del pianismo internazionale, perfezionatosi con Nicholas Angelich e premiato al Concorso “Clara Haskil” 2015, ed il cui vasto repertorio cameristico gli ha assicurato collaborazioni con colleghi come Paul Meyer e Antoine Tamestit.

Il sipario si alza sulle note della Sonata in sol maggiore di Maurice Ravel, che fu tenuta a battesimo da George Enescu. I ritmi afroamericani, l’atmosfera jazzistica e lo strabiliante Perpetuum Mobile finale la rendono ancora oggi una delle sfide più intriganti anche per i virtuosi più esperti. Più onirica e languida è la Sonata in la maggiore di César Franck, la più autorevole candidata come “Sonata di Vinteuil”, citata nella Recherche di Proust. Completa il programma la Sonata n. 7 in do minore, scritta da Ludwig van Beethoven in quel terribile 1802, l’anno dell’insorgere della sordità. L’umore di quelle giornate nere, che lo hanno condotto sull’orlo del suicidio – come ci testimonia il tristemente noto Testamento di Heiligenstadt – si riflette nelle melodie tempestose della Sonata, permeate da quel maestoso senso del sublime che inaugurò una nuova era del titano Beethoven.

New Arrivals UK

Titolo: Sonata in sol maggiore
Compositore: Maurice Ravel

Titolo: Sonata n. 7 in do minore op. 30 n. 2
Compositore: Ludwig van Beethoven

Titolo: Sonata in la maggiore
Compositore: César Franck

Biglietti
Gratis
Lascia un Commento

I Dettagli Dell'Evento